Il Centro di Gravità

Tutti sappiamo quanto importante sia la conoscenza della posizione del centro di gravità, il noto “CG “.                Di seguito una interessante quanto semplice trattazione con riferimento a diverse geometrie della pianta alare. Buona lettura.Il-Centro-di-Gravita

1 Commento

  1. Ancor più importante del CG è il FUOCO del modello.
    Esso è il vero punto G della modella che dipende dai profili adottati e dalla geometria del modello.
    È il punto rispetto al quale si equilibrano le forze aerodinamiche (i momenti) generate dalle superfici portanti (ala timoni ed anche fusoliera.) ed è fisso per tutti gli assetti normalmente praticati, come pure costanti sono i diagrammi dei momenti
    Si trova con il cosiddetto “Diagramma di Crocco” (o altri calcoli più complessi) conoscendo il diagramma dei momenti dell’ala e dei piani di coda.
    In soldoni è una specie di fulcro di una bilancia che sta in equilibrio tra le forze portanti generate dall’ala e dai timoni.
    Mettendo il baricentro in quel punto avremo un modello neutro che tenderà a rimanere nell’assetto.
    Mettendolo più avanti avremo un modello instabile mettendolo più dietro avremo un modello auto-stabile.
    È come mantenere una pallina su una superficie rispettivamente piana, convessa e concava.
    Avere un baricentro sul fuoco o più avanti è via via più difficile o impossibile (roba da equilibristi).
    Mettere il baricentro dietro al fuoco è cosa buona e giusta perché il modello riprenderà il suo assetto da solo. Troppo dietro magari no perché poi bisognerà sprecare troppa energia per variare l’assetto ed il modello da solo tenderà a scampanare a lungo prima di stabilizzarsi.
    Empiricamente si trova con la cosiddetta “prova dell’affondata”

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*